lunedì 2 aprile 2012

DE MESTRUATIONIS - ESSERE DONNA E VIVERE DENTRO DI Sè IL MIRACOLO DELLA MORTE E RISURREZIONE DELLE OVAIE UNA VOLTA AL MESE.





Ho VOLUTAMENTE rimandato la stesura di questo post per un semplice ed onestissimo motivo, ossia:

--> come avviene ogni 28 giorni circa a tutte le donne in età fertile di questo mondo, mi sono tornate le mestruazioni.

La simpatica Fase mestruale.
Il momento in cui una donna rispolvera l'odio che ha dentro di sè per scoprire di volta in volta l'Adolf Hitler che alberga nella sua anima.
Il periodo in cui un essere umano di sesso femminile sente fiorire dentro di sè uno strano ed innato bisogno di acquisire il porto d'armi perchè, non si sa mai, averci un bazooka d'ultima generazione decorato con fiorellini ed Hello Kitty nella borsetta di Gucci può sempre far comodo.
D'altro canto, in fondo, non siamo già dotate naturalmente di tantissimi e sofisticatissimi mezzi di distruzione di massa?
Che dire degli ultrasuoni che riusciamo a raggiungere con la nostra soave vocina da soprano quando ci girano le ovaie?
Per non parlare del SempreVerde "calcio in mezzo alle palle" (perchè no, il piede infilato violentemente negli ovoidi dell'altrui sesso non è un'azione bisex...è una cosa tutta al femminile. Gli altri uomini quasi si sentono in colpa ad infierire su di un soggetto dello stesso sesso con una tale tecnica, quasi sentissero su loro stessi il dolore intracoscia).
E aggiungo anche le raffinatissime tecniche di guerra psicologica che neanche la mafia russa di fronte ad un prigioniero statunitense e capitalista riuscirebbe a mettere in atto.

Donne.
Io lo dico chiaramente: non sono femminista.
Ciò che ci rende meno efficaci rispetto agli uomini, dal mio modesto punto di vista, sono 3 (tra l'altro, strettamente collegati fra di loro):

- MESTRUAZIONI;
- IRRAZIONALITà EMOTIVA;
- SBALZI D'UMORE.

E in effetti, sono sicura di una cosa. Anzi, di un insieme di cose.

Sono sicura che Eva avrebbe potuto benissimo non mangiare la mela, ma lo fece in un impeto di fame incontrollata data, appunto, dalla fase mestruale (...se solo avesse saputo che, in realtà, ad alleviare la sindrome mestruale fossero le banane e non le mele. ...Le banane il frutto.)
Sono sicura che Cleopatra, quando con gesto estremo si fece dare un morso da un'aspide, aveva le mestruazioni ed Antonio l'aveva mandata gioiosamente a quel paesino perchè non potevano fare le loro cosacce a letto;
Sono sicura che Salomè era in preda ad un raptus omicida da ciclo mestruale, quando chiese la testa di Giovanni;
Ma sono sicura anche del fatto che Margaret Tatcher sicuramente soffrisse di una spaventosissima sindrome mestruale a guidarla nelle sue scelte in fatto di politica europea;
Così come sono sicura che sia scelta oculata di Laura Pausini (3 CAMION DE RISO Pè OGNI CHICCO 3 OR DE PUTTANA - LAURA PAUSINI --> scusatemi ma questa la può capire solo chi è a mia stretta conoscenza) lavorare sui suoi testi solo ed esclusivamente durante i giorni di dissanguamento.

Se i motivi economici spiegano gran parte degli avvenimenti della nostra storia, gli eventi inspiegabili ve li spiego io: MESTRUAZIONE.
C'era sicuramente una donna mestruata dietro a qualsiasi scelta priva di senso logico.


E' impossibile spiegare il caos che alberga in un corpo umano femminile afflito dalla sindrome mestruale.
Partendo dalla serie di giubilosi e allegri pensieri che riempiono la testa di una ragazzina di fronte al Menarca, quali "ODDIOOOOO ODDIO CCCCCIOè TI PREGO STO MORENDO, STO MORENDO DA SOLA IN BAGNO SULLA TAZZA DEL CESSO, MAMMAAAAAAAAAAAAAAAAAAA AIUTAMI STO AVENDO UNA EMORRAGIA INTERNA, AMICI E PARENTI VI SALUTO, è STATO BELLISSIMO CONOSCERVI (velocissimo ed inutile flash back dei primi ed unici 11 anni di vita)...OPPURE ERO INCINTA E HO PERSO IL BAMBINO, ECCO, CIOè, LO SAPEVO CHE RIMANEVO INCINTA SE BACIAVO QUELLO SCHIFOSO DI MARCO DELLA IIIC", ritengo che il fatto che le mestruazioni porteranno, da lì fino alla meno pausa, solo tanto odio e tanto sclero, è reso evidente dall'incazzatura che ti prenderai quando tua madre entrerà in bagno e si sbracherà dalle risate per cinque minuti, per poi rivelarti, mentre tu sei in preda ad una crisi di panico: "MA OHOHOHHO AMORE è NORMALE, SEI DIVENTATA UNA SIGNORINA!!!"
...E nessuno ti aveva mai avvisato che diventare signorina significasse mettere in scena uno splatter senza l'aiuto di Tarantino.

Dopodichè, il tutto diventerà una costante dei tuoi prossimi 50 anni circa, fino al momento in cui la tua fertilità deciderà finalmente di andare a morire ammazzata.
Una volta al mese inizi ad avvertire il sentore di qualcosa già 4/5 giorni prima che il dramma inizi; ti senti il peso di una consapevolezza, cominci a ricordarti che il 28mo giorno si sta avvicinando. E l'ansia sale e ti assale.
La prima cosa che fai è riempirti la borsa di assorbenti, tampax e antidolorifici dove, ovviamente, il mitologico Aulin spicca e vince su tutti gli altri infimi medicinali di bassa lega.
Già l'ansia ti rende vulnerabile, ma ecco che arrivano i primi segnali di strizzamento di ovaie.
Le signorinelle si muovono, si avvolgono su loro stesso, ballano la Lambada in maniera convulsiva per giungere all'autodistruzione e tu, donna impotente, inizi a sentirti centro gravitazionale permanente di dolore fisico.
Naturalmente i mali non vengono MAI da soli, perciò, oltre alle ovaie che se la sciallano alla grande, consapevoli del fatto di morire per poi risorgere al quinto giorno, sarai afflitta da tremendi dolori alla schiena dietro e da male fisico al seno davanti.
Insomma, non si salva nessun punto del tuo corpo, anche perchè, amica donna, i tuoi pori diventeranno attraente calamita di sebo, i tuoi capelli legheranno amicizia su Facebook con il profilo del signor Rufo, la tua testa andrà in coma celebrale almeno per due o tre giorni.
E non contente, donne, sappiate che mentre noi, devastate da cotanto schifo, ci vediamo orrende durante tale inglorioso momento del mese, in realtà contemporaneamente rilasciamo delle molecole nell'aria che ci rendono più attraenti all'odorato e, quindi, agli occhi dell'essere umano animale maschio; sappiate che, per lo meno, tutto questo ricambio di sangue ci rende meno vulnerabili alle malattia rispetto agli uomini.
E ci mancherebbe pure che dopo questi giorni di disitruzione ci dovessimo sorbire anche lo stesso livello di tendenza ai virus dei signori maschietti.

Quindi, uomini, spero che questo spieghi il perchè noi signorine siamo decisamente INVIPERITE durante la fase mestruale. Ma almeno noi reagiamo. Con rabbia, ma reagiamo.
Non voglio neanche provare ad immaginare il dramma grottesco di un uomo in preda ad una sindrome mestruale.
MA VE LO MERITERESTE DI TANTO IN TANTO.

Gloria

4 commenti:

  1. Eheheheh e... posso dire che riguardo l'oggetto del post, no... non vi invidio per niente?! Sì, meglio non immaginare una cosa simile abbattersi sul genere maschile; altro che scelte sbagliate... ci saremmo estinti per i disastri conseguenti :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli uomini si lamentano per un raffreddore, figurarsi per i dolori delle mestruazioni :) Non potete immaginare lo scempio!Ma in fin dei conti ben venga se lo si considera come allenamento per maturare un certo livello di resistenza per gli altri generi di dolori!

      Elimina
  2. Hai tutta la ragione Gloria.
    punto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti piacciono i post sulle mestruazioni? :)

      Elimina